Per acquisire nuovi clienti attraverso il web, sempre più aziende ricorrono all’inbound marketing. Quest’ultimo è un insieme di strategie attraverso le quali si costruiscono e si producono contenuti digitali personalizzati e capaci di dare una “spinta” ai consueti e più tradizionali processi di marketing. Infatti, grazie all’inbound marketing, è possibile attrarre sul proprio sito utenti targettizzati, acquisire maggiore autorevolezza, ottenere un aumento delle conversioni e, conseguentemente, anche delle vendite di prodotti o servizi.

Per capire le potenzialità dell’inbound marketing, è utile partire dalla sua definizione: “marketing in entrata”. Questo significa che ci sono alcune tecniche che consentono di attirare il cliente, senza che sia l’azienda stessa a “cercarlo” con chiamate a freddo o con invadenti strategie promozionali. Ma andiamo a vedere esattamente come possiamo fare per far sì che sia il cliente a venire da noi… e non il contrario.

Come progettare e pianificare una strategia di inbound marketing per l’azienda?

Il primo aspetto da tenere in considerazione è il potenziamento degli aspetti on site: è necessario lavorare su SEO, SEM e sulla produzione di contenuti di qualità e ideali per rispondere alle esigenze del proprio pubblico di riferimento.
La SEO (Search Engine Optimization) è quella tecnica che consente ai motori di ricerca di “identificare” un contenuto (anche una pagina o un sito) per poi posizionarlo tra i risultati, a seconda delle ricerche fatte dagli utenti.
La SEM (Search Engine Marketing), invece, considera, valuta e ottimizza quella che è l’esperienza dell’utente, ovvero il comportamento degli utenti, in generale, su un determinato sito. Tale esperienza deve essere positiva e bisogna sempre cercare di migliorarla. Infatti, gli utenti che abbandonano precocemente la lettura di un articolo o di un sito restituiscono in automatico ai motori di ricerca delle informazioni che ne penalizzano il posizionamento.
La gestione dei contenuti deve essere sviluppata attraverso la stesura di un calendario editoriale, seguendo le principali tecniche SEO e basandosi su quelle della SEM, pubblicando con costanza e coerenza, e condividendo i testi sulle pagine social e gruppi di discussione.

Chiaramente, dietro tutto questo c’è un mondo intero, fatto di informazioni, competenze e strategie da non sottovalutare. (Ecco perché molte aziende richiedono il nostro aiuto!) Pertanto, andiamo a vedere nello specifico quali sono gli elementi che aiutano a creare vincenti campagne di inbound marketing.

Le chiavi del successo dell’inbound marketing

Sono quattro i pilastri decisivi su cui si basa l’inbound marketing, grazie ai quali possiamo ottenere importanti risultati. Il primo si concretizza nella consapevolezza che gli utenti cercano in maniera generica delle informazioni sui motori di ricerca. Solitamente, le ricerche sono dettate da problemi da risolvere oppure dalla necessità di reperire recensioni e descrizioni relative a uno specifico prodotto o settore. In altri casi, l’utente cerca direttamente un sito per poter acquistare un determinato prodotto.

Il secondo pilastro consiste nell’analisi delle ricerche. Infatti, l’utente, tra i tanti risultati forniti dal motore di ricerca rispetto alla keyword digitata, prende in considerazione i contenuti che consentono di approfondire quello che già sa. Perciò, dopo aver capito quali parole usa il cliente tipo durante le sue ricerche, bisogna vedere anche quali tipologie di contenuti e informazioni predilige.

Il terzo pilastro è quello dell’impulso, della decisione ultima: per convertire il lettore in cliente c’è bisogno di creare un impulso o una sensazione che lo porti all’acquisto. Di solito, l’impulso avviene attraverso un attento lavoro relativo alla creazione dei contenuti di valore, all’uso di immagini e video di qualità, e alla corretta promozione di ciò che si è creato per attirare, informare e coinvolgere l’utente. La promozione può essere fatta soprattutto tramite l’e-mail marketing e le condivisioni sui principali social network.

L’ultima chiave del successo dell’inbound marketing è la fidelizzazione: per sviluppare acquisti ricorrenti, l’azienda dovrà essere in grado di coinvolgere costantemente l’utente-cliente e renderlo felice. Una volta fatto questo, e dopo avergli proposto un servizio o un prodotto di qualità, sarà l’utente stesso a tornare dall’azienda, senza che sia quest’ultima a cercarlo.

In conclusione…

In poche parole, per poter usufruire dei risultati comportati dall’inbound marketing, dobbiamo creare contenuti di qualità, usando le strategie SEO e seguendo le basi della SEM, ma anche:

  • Conoscere esattamente le ricerche del nostro target di riferimento;
  • Analizzarle per capire esattamente cosa cerca l’utente e quali sono le sue reali esigenze;
  • Emozionare l’utente con contenuti in grado di avvicinarlo all’acquisto;
  • Fidelizzare il cliente.

Queste sono le chiavi per avviare una campagna di inbound marketing di successo, che potranno essere rese ancora più forti grazie all’uso di strumenti creati appositamente per facilitare ogni processo, come ad esempio quelli per l’automazione dell’e-mail marketing e i tool per la ricerca delle parole chiave. In ogni caso, però, non dimenticate che a fare la differenza sono i contenuti di qualità (articoli di blog, video, immagini, infografiche, slideshow, descrizioni di prodotti, etc.), ma anche le competenze e i costanti aggiornamenti relativi al mondo del web.

Il team di Marcosh non perde occasione per studiare, aggiornarsi e stare al passo con i cambiamenti di Google e dei social media. Tutto questo si unisce al nostro bagaglio di esperienza, che ci consente di pianificare e avviare campagne di inbound marketing personalizzate e vincenti. Pertanto, non esitate a chiederci una mano!

Share Button